aipjg
senza nome

 ATTENZIONE!
Le informazioni mediche su questo sito sono fornite solo come risorsa informativa e non devono essere utilizzate per scopi diagnostici o terapeutici. Il Sito non è gestito da medici, e non può dare suggerimenti medici o consigliare Terapie farmacologiche. Le informazioni medico-scientifiche riportate nel Sito non devono essere in alcun modo considerate sostitutive del parere del proprio medico curante.  (CLICCA QUI per info) 

solofenice

Associazione Italiana Neuropatia delle Piccole Fibre - Via Fratelli Cervi,14 24069 Trescore Balneario (BG)

C.F. 95253710164        info@ainpf.com

[05/10/2022 21:44] Elenco studi scientifici che correlano Fibromialgia e NPF AINPF [15/03/2024 20:14] Neuropatia delle piccole fibre nella dipendenza da alcol rilevata mediante biopsia cutanea AINPF [13/03/2024 22:19] Presentazione dei sintomi della POTS in base al fenotipo AINPF [12/03/2024 23:48] Manifestazioni gastrointestinali nei pazienti pediatrici con diagnosi di NPF AINPF [10/03/2024 22:44] Nuove raccomandazioni sull'uso delle ImmunoglobulineG per i disturbi neuromuscolari AINPF [09/03/2024 14:39] Long COVID: dati principali, meccanismi e raccomandazioni AINPF

facebook
youtube
instagram

Nuovi autoanticorpi nella Neuropatia idiopatica delle Piccole Fibre (iNPF)

13/01/2023 19:15

AINPF

NPF, npf idiopatica, autoanticorpi, npf autoimmune,

Nuovi autoanticorpi nella Neuropatia idiopatica delle Piccole Fibre (iNPF)

Abbiamo mirato a identificare gli autoanticorpi associati alla NPF idiopatica (iNPF) mediante una nuova piattaforma di microarray proteici...

Obiettivo: la neuropatia delle piccole fibre (SFN in inglese, NPF in italiano) è clinicamente ed eziologicamente eterogenea. Sebbene l'autoimmunità sia stata postulata come patofisiologicamente importante nella NPF, sono stati descritti pochi autoanticorpi. Abbiamo mirato a identificare gli autoanticorpi associati alla NPF idiopatica (iNPF) mediante una nuova piattaforma di microarray proteici ad alto rendimento che cattura gli autoanticorpi espressi nello stato conformazionale nativo.

 

Metodi: i sieri di 58 pazienti NPF e 20 controlli sani (HC) abbinati per età e sesso sono stati sottoposti a screening rispetto a > 1.600 antigeni immuno-correlati. Sono stati eseguiti la lettura dell'unità fluorescente e l'imaging post-saggio, seguiti dalla normalizzazione dei dati compositi e dall'analisi del cambiamento di piega proteica (pFC). È stata condotta l'analisi di una coorte di convalida indipendente di 33 pazienti NPF contro gli stessi 20 HC per identificare le proteine ​​riproducibili in entrambe le coorti.

 

Risultati: Nove autoanticorpi sono stati sottoposti a screening con significatività statistica e criteri pFC in entrambe le coorti, con una variazione di almeno il 50% dei livelli sierici.

Tre proteine ​​hanno mostrato cambiamenti costantemente elevati nelle coorti principali e di convalida:

  • MX1 (FC = 2,99 e 3,07, rispettivamente, p = 0,003, q = 0,076),
  • DBNL (FC = 2,11 e 2,16, rispettivamente, p = 0,009, q <0,003) ,
  • KRT8 (FC = 1,65 e 1,70, rispettivamente, p = 0,043, q < 0,003).

 

Un'ulteriore analisi dei sottogruppi in iNPF e NPF per cause secondarie (NPF secondaria) nella coorte principale ha mostrato che MX1 è più alto in Inpf rispetto a npf secondaria (FC = 1,61 vs 0,106, p = 0,009).

 

Interpretazione: i nuovi autoanticorpi MX1, DBNL e KRT8 si trovano nell'iNPF. MX1 può consentire la sottotipizzazione diagnostica dei pazienti con iNPF.

 

______________________________

Funzioni degli antigeni candidati e loro funzione fisiologica e/o associazioni di malattie segnalate:

 

Proteina associata

MX1 (proteina legante GTP indotta dall'interferone MX1)

Funzione

Interagisce con il dominio ripetuto ankyrinlike dei canali TRPC. Attività antivirale contro virus a RNA e DNA.

Malattia segnalata

Dolore neuropatico nei topi Degenerazione del disco intervertebrale e conseguente mal di schiena nell'uomo

 

Proteina associata

DBNL (proteina simile alla Drebrina)

Funzione

Coinvolta nell'endocitosi mediata dal recettore, riorganizzando il citoscheletro per produrre proiezioni cellulari e formazioni di sinapsi.

È un effettore delle vie di segnalazione antigene-recettore nei leucociti e regola l'attivazione delle cellule T collegando i recettori delle cellule T e il citoscheletro di actina all'attivazione genica e ai processi endocitici.

Malattia segnalata

Malattia di Alzheimer

 

Proteina associata

KRT8 (cheratina tipo II citoscheletrico 8)

Funzione

Apparato contrattile alla distrofina nei costameri del muscolo striato.

Malattia segnalata

Dolore neuropatico

Polineuropatia demielinizzante infiammatoria cronica

______________________________

 

FONTE STUDIO: . https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/34761434/

© www.ainpf.com -Tutti i Diritti riservati ©

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder